Demolizione controllata? 2


In precedenza sono mostrate alcune foto del WTC immediatamente dopo i crolli delle torri gemelle. Chi di voi è un buon osservatore si sarà sicuramente accorto che oltre ai tre edifici largamente pubblicizzati, ce ne sono altri gravemente danneggiati. La propaganda vuole farci credere che tutto è avvenuto per una demolizione controllata. Bene, ho risposto dicendo che chi ha fatto quel lavoro era un dilettante. Non è possibile far crollare due mostri da 400 metri nel modo che è visibile a tutti. E’ contro ogni logica professionale permettere che travi pesanti qualche quintale vengano sparate, letteralmente sparate a decine di metri di distanza. In realtà al WTC è successo di peggio. Alcune parti delle torri sono state lanciate addirittura oltre la cinta del WTC stesso, colpendo e danneggiando anche isolati distanti centinaia di metri.

Questa piantina, riportata da Squitto ne da un’idea. Gli edifici segnati in rosso sono considerati gravemente danneggiati o con grossi danni. Quelli in viola sono quelli demoliti o crollati. Come potete notare dalla piantina e confrontare con le foto, la notizia del crollo di soli 3 edifici è una menzogna di dimensioni planetarie. Per maggior chiarezza potete osservare queste immagini riprese dal satellite alle ore 11,30 dell’15 settembre 2001

Come potete notare tutto il WTC è praticamente crollato.

Passiamo ora a guardare le stesse immagini riprese con il sistema termico della ripresa ad infrarossi. Queste immagini sono state riprese alle 11,55 dell’11 settembre.

Osserviamo il viraggio dei colori. il “Nero” rappresenta la temperatuta più bassa, il Rosso quella più alta. Senza una scala delle temperature di riferimento non si possono dedurre le diverse gradazioni termiche. Si può affermare, però che la posizione del WTC è chiaramente definita dai due spot rossi. Possiamo confrontarli con l’impronta termica delle navi attraccate ai moli a destra di Manhattan. La differenza di temperatura è evidentissima.
Adesso osserviamo queste altre immagini ricostruite al computer con il sistema NOOA. Il NOOA è un metodo di ricostruzione 3D creato dal LIDAR (Light Detection and Ranging). In parole povere, dalle foto riprese con tutte le tecnice esistenti e dalle impronte termiche, si ricostruisce l’area con quelle riprese dal NOOA.

Riflettete. Lo scopo è discernere se il WTC è stato distrutto da una demolizione controllata o da fatalità e concause

38 thoughts on “Demolizione controllata? 2

  1. allora: ci siamo fatti una quasi indigestione di filmati di demolizioni controllate.
    Ora ti dico la mia (nostra). A parte l’osservazione di buon senso di hermes al commento precedente, io dico molto semplicemente questo.
    Se voglio tirare gi

  2. questa la so, questa la so!

    pv=mrt

    se aumenta la pressione aumenta, a massa costante, la temperatura…

  3. Equazioni di stato? Ho passato gli utlimi 3 anni a usare quasi ogni giorno equazioni di stato: gas ideale, Van DerWaals, Peng-Robinson, SRK, Span-Wagner per la CO2…

    Comunque… se una massa di gas viene compressa pi

  4. la massa non c’entra niente per il semplice motivo che l’equazione di stato si applica alla fase gassosa, e non ha nessuna importanza quanto pesi la sostanza in fase gassosa di cui ci si sta occupando, ma il volume che

  5. Squitto,
    ti ricordi il tuo post con quel problema di termodinamica? E di quell’altro riguardante la teoria del caos?

    Ieri, meccanica vettoriale.
    Oggi, fisica 3

    Mica siamo poi tanto vecchi!

  6. l’ho fatto, l’ho fatto il ripassino. Ho letto il meglio testo universitario esistente al mondo: wikipedia!

    La mole (simbolo mol)

  7. anonimo:
    vaporizzami le moli, calcola quante sono, e poi controlla quanto volume occupano, per favore.
    Poi vaporizzami lo stesso numero di moli del pinco pallino che ti pare e controllami quanto volume occupano.
    Siccome l’equazione di stato l’hai citata te, lascio a te il compito di farlo.

  8. in primis ascolta bisqui e non maltrattarmi, neanche quando sono anonimo, capito?

    secondo, ti arrabbi troppo facilmente… passami efremh, gli devo di’ ‘na cosa,

  9. ardu’, io mica m’arrabbio.
    Ti sembro arrabbiata? Io sono ANNOIATA

    Spe ti passo Ephrem, intanto scrivi pure quello che gli devi dire

  10. Arduous, noi gli anonimi li si maltratta a prescindere… :))

    Sto apettando e non vorrei fare tardissimo stasera…

  11. guarda che la ragazza s’annoia alle cazzate sparate da certi anonimi, 24 ore son tante e se uno vuole dilettarsi non deve necessariamente attender notte…

    e tu che fai a quest’ora? Non c’

  12. quello che non mi torna:
    ma le cariche le hanno piazzate QUANDO LE HANNO COSTRUITE o il giorno prima, travestendosi da LAVAVETRI in modo che nessuno sospettasse?????
    il dubbio mi uccide…

  13. buongiorno, sono il dottor arduccio… comodi comodi, state seduti.

    la gentile squitto mi chiedeva nei commenti al post precedente di esporre una mia teoria. orbene, la cosa che mi viene da dire

  14. Vedi Arduous, tu apri il tuo commento con un ragionamento assolutamente condivisibile, poi lo chiudi con un’affermazione contradittoria e basata su sospetti il wtc nei weekend precedenti all’attentato

  15. Niente commento tecnico, non sono in grado, ho letto con interesse i vostri.

    Personalmente ritengo che parlare di demolizione controllata sia mollto azzardato.
    Ma quando c’

  16. Cavolo, ma qua ci sono delle grandi menti… Altro che Bunker:P
    Noi facciamo sempre festa e stiamo col martini Bianco in mano…:DDD
    Cmq prima di giudicare (al di l

  17. Spero davvero sia una cosa campata in aria. D’altronde le ipotesi di complotto, per taluni argomenti, fanno decisamente acqua.
    Ciao Wild Thing
    P.s. Grazie di essere passato…

I commenti sono chiusi.